Società di intermediazione mobiliare
Beyond
Investment
Solutions

Filosofia di investimento

La filosofia di investimento di Classis Capital è basata sui principi del value investing ed è riassumibile nei seguenti concetti: il valore (di una azione, obbligazione) dipende dal business che si acquista, il mercato fa solo il prezzo.
Il valore è ciò che un investitore compra, il prezzo è quello che si paga.

In Classis siamo innanzitutto Investitori. Non siamo “Trader”, speculatori di breve periodo, ma ci comportiamo da Imprenditori che usano le proprie risorse (la conoscenza ed il capitale), per ottenere un rendimento soddisfacente nel medio termine per i propri clienti. Tale rendimento deriva dalla capacità di riconoscere il valore intrinseco dei business nei quali investiamo quando questo differisce sostanzialmente dall’attuale prezzo di mercato. 

L’Investitore acquista sempre il miglior business al prezzo inferiore (e a parità di prezzo, il business con qualità superiori). La qualità è determinata dalla capacità di generare nel medio termine ritorni soddisfacenti, duraturi e sostenibili sull’investimento realizzato.

L’Investitore alloca il proprio capitale in modo da ottenere la maggiore esposizione a casi nei quali il rapporto rendimento atteso / rischio è più alto, massimizzando la probabilità di rendimento e proteggendo sempre il capitale da perdite permanenti di valore. La protezione del capitale fa parte del nostro DNA, con un approccio all’investimento che enfatizza da sempre la gestione ed il controllo dei rischi.

Il nostro approccio prevede di accompagnare i nostri clienti ad investire sui mercati internazionali, non acquistando semplicemente titoli finanziari, ma porzioni di aziende.

Il mercato non guida le nostre scelte di investimento, fa solo il prezzo. La teoria finanziaria insegnata nelle business school di tutto il mondo negli ultimi 50 anni e  praticata sui mercati dalla maggioranza degli investitori istituzionali è basata sulla teoria moderna della gestione di portafoglio. Partendo dalla tesi di dottorato di uno studente della Chicago University (Markovitz), la moderna teoria finanziaria ha sviluppato modelli matematici e statistici che hanno aumentato negli anni la complessità, producendo, grazie alle formule matematiche utilizzate (certe ed esatte), l’illusione di poter scientificamente prevedere i mercati.

L’errore basilare è stato considerare la finanza una scienza quantitativa esatta, come la fisica, non una scienza sociale.

Come dimostrato dalle più recenti ricerche nel campo della finanza comportamentale, l’andamento dei mercati è in realtà prevalentemente determinato dall’alternarsi di paura ed avidità, difficilmente definibili quantitativamente, con un teorema o una formula matematica.

In Classis Capital pensiamo che i mercati siano prevedibilmente inefficienti proprio perché riflettono errori cognitivi, comportamentali che spesso determinano decisioni irrazionali degli operatori dai quali l’Investitore accorto può prendere profitto, distinguendo tra prezzo e valore intrinseco.

Ed il Valore rappresenta la nostra Bussola.